Il SUP o Stand Up Paddle è una tavola utilizzata per uno degli sport acquatici più praticati in estate! Infatti quest'attività sa coniugare divertimento allenamento, inoltre si può praticare non solo al mare, ma anche su laghi e fiumi.
In questa guida vedremo più nel dettaglio di cosa si tratta, partendo dai suoi componenti alle diverse tipologie utilizzabili.

Com'è composto il SUP?

Il SUP è dotato di 5 parti principali:

  • Deck: parte superiore della tavola, dove si sta in piedi e si pagaia per muoversi nelle acque. 
  • Bottom: parte inferiore della tavola a diretto contatto con l’acqua. Nel bottom si trovano le pinne (fisse o removibili). 
  • Rail o bordo: parte intorno alla tavola. 
  • Nose o prua: parte anteriore della tavola
  • Tail o poppa: parte posteriore della tavola

Le pinne sono fondamentali per pagaiare, aiutano a direzionare la tavola, mantenere l’equilibrio e per manovrarla nel modo giusto. 
Esistono diverse configurazioni del numero di pinne sulla tavola a seconda dell’uso: 

  • 4 pinne per i sup da onda 
  • 3 pinne per i sup da onda o all round, ma in acque sempre non piatte 
  • 2 pinne per la maggior parte dei sup gonfiabili 
  • 1 pinna per sup da race o touring 

SUP rigido o gonfiabile?

Se vi state chiedendo quale tipologia di SUP sia migliore da acquistare tra quello rigido e quello gonfiabile, bisogna valutare bene vantaggi e svantaggi dell'uno e dell'altro.

I vantaggi del SUP rigido, maggiormente utilizzato sono la facilità d’uso e la manovrabilità. Per un utilizzo più specifico o professionale, il SUP rigido rimane migliore a livello di performance, reattività sulle onde e in discipline racing.
La durezza della tavola rigida influisce in maniera esponenziale sulle performance (vai più veloce, ed è più reattiva negli spostamenti direzionali) 

I vantaggi invece del SUP gonfiabile sono i seguenti:

  • praticità nel gonfiaggio e nel trasporto: un SUP gonfiabile sta all’interno dello zaino apposito e difficilmente supera i 15 kg di peso (comprensivi di tavola, pinne e pompa). Trasportabile sia in macchina che in moto;
  • economicità e leggerezza del materiale: Nonostante quest'ultima caratteristica, il materiale drop stitch, due membrane in PVC tra le quali ci sono migliaia di fili in poliestere, risulta ugualmente durevole e resistente, quasi pari ad un SUP rigido. Questo è dato dalla loro struttura lamellare che una volta gonfiata garantisce una vera e propria struttura stabile che ti permette di utilizzare il SUP gonfiabile così come useresti un SUP rigido;

Il SUP gonfiabile è ideale per i principianti, per chi vuole approcciarsi per la prima volta a questo sport, senza dover spendere troppo. 

Regola base per mantenere la stabilità: la scelta del volume e della larghezza del tuo SUP dipende dal tuo peso: più è alto, maggiori dovrebbero essere il volume e la larghezza del SUP.
La nostra gamma SUP regge dai 100 ai 130 kg di peso. 

Tipologie di tavole e quando usarle


All Round
Sono le tavole di entry level, per percorsi semplice su acqua piatta. Le caratteristiche di queste tavole da SUP sono l'essere corte e larghe; il pad ampio le rende più stabili e facili da utilizzare per i principianti. Sono modelli versatili utilizzabili in qualsiasi condizione e che garantiscono una buona stabilità, un buon livello di andatura e una buona direzionalità. 

I nostri SUP di tipologia all aroud sono i seguenti:

Touring
Sono le tavole adatte per l''escursionismo e per percorsi in acqua più lunghi, sono modelli stretti e poco più lunghi delle all round, dotate di elastici per riporre comodamente i propri zaini durante l’escursione. 

Sono progettate per lunghe passeggiate in acqua piatta o con il vento in poppa (sottovento). Sono sufficientemente larghe, quindi stabili, e lunghe per renderle più veloci.

Tra le nostre tavole, una adatta anche per i principianti è questa:

Tavola da SUP gonfiabile Aqua Cruise

Fast racing  
Le tavole di questa tipologia sono strette e lunghe, con il nose appuntito per fendere meglio le onde. Sono progettate principalmente per andare veloci; più il SUP è lungo, più scivola bene sull'acqua, e più andrà veloce. Questo comporta meno stabilità, motivo per cui è adatto per persone con un certo livello di esperienza. 65343

La tavola da SUP ideale per questo uso è la:

Tavola da SUP gonfiabile Fastblast Tech

Convertibile o windsurfing
Questo tipo di tavola è trasformabile in kayak o è predisposta per il piede d’albero per inserire la vela da windsurf. 

I modelli con queste caratterisitiche sono:

Come praticare il SUP?

Prima di iniziare a praticare il SUP è fondamentale saper impugnare la pagaia. Questa dev'essere regolata secondo la propria altezza.

E' necessario sbloccare il blocco di regolazione, stendere il braccio sopra la testa e regolare la parte variabile in modo che l'estremità della pagaia arrivi sotto il tuo polso. Terminare bloccando il sistema di bloccaggio.

Dopo questa operazione, bisogna capire dove posizionare l'altra mano e per farlo, basterà alzare la pagaia sopra la testa, impugnandola all'estremità, come visto in precedenza e si fa scorrere la mano inferiore, fino a quando i gomiti non formeranno un angolo di 90°.

Ricorda: la pagaia deve avere la pala so blide sempre rivolta verso l'alto.

Prima di entrare in acqua è importante indossare il leash, che serve per la nostra sicurezza e affinchè la tavola non si allontani da noi. Questo va indossato alla caviglia o al ginocchio.

L'inizio deve avvenire in acqua con la postura in ginocchia, con la maniglia centrale tra le gambe.

Una volta raggiunta l'acqua alta, ci si potrà alzare. Bisogna tenere la pagaia sul SUP in modo perpendicolare e posizionare i piedi ai lati della maniglia (non sulle punte). Una volta fatto, ci si può alzare impugnando la pagaia nel modo visto prima e tenere la schiena dritta, oltre alle gambe leggermente piegate.