Come scegliere la tavola da SUP adatta a te

Hai deciso di fare questo nuovo acquisto ma non sai come scegliere la tavola da SUP? Niente paura! In commercio ne esistono di vari modelli, tutti con caratteristiche molto diverse tra loro, ma grazie a questa guida potrai fare la scelta migliore per te. Ecco cosa devi sapere sulle tavole da Stand Up Paddle.


Tipi di tavole da SUP

Innanzitutto considera che la tipologia di tavola da SUP da acquistare dipende molto dal tuo livello di esperienza e dall’uso che ne farai.

Sei un principiante o un professionista? Dopo aver risposto a questa prima domanda è importante capire se la vuoi utilizzare in stile surf (quindi in acque anche ondose), su acque calme (ad esempio al lago o su mare senza vento) o se invece vuoi una tavola che si adatti ad entrambi gli utilizzi (allround).

L’ultima variabile da tenere a mente è la facilità di trasporto del tuo SUP: quello gonfiabile è leggero, si può sgonfiare e piegare all’occorrenza, quindi occupa poco spazio ed entra molto facilmente nel portabagagli, i SUP a struttura rigida, invece, sono più ingombranti.


Visto il successo di questo sport acquatico negli ultimi anni, scopriamo insieme come scegliere la tavola da SUP adatta a te.


Com’è fatto il SUP


Lo stand-up paddle (acronimo di SUP) è una tavola, variante della tavola da surf, composta principalmente da 5 parti:

  • Il deck, ossia la parte superiore della tavola, dove si sta in piedi;

  • Il bottom, la parte inferiore che sta a contatto diretto con la superficie dell’acqua. È qui che si trovano le pinne della board, le cosiddette “fins”, che servono per pagaiare e aiutare il supper a mantenere l’equilibrio.

  • Il nose: cioè la punta o prua della tavola.

  • La tail (coda) è la parte posteriore del SUP, detta anche poppa.

  • Con il rail s’intende infine tutto il bordo della tavola.


Come scegliere la tavola da SUP: esperto o principiante

Chi si avvicina a questo sport per la prima volta ha sicuramente bisogno di una tavola da SUP di grandi dimensioni perché offre maggiore stabilità, sicurezza ed è più semplice da utilizzare all’inizio. I professionisti dovrebbero invece preferire delle tavole lunghe e snelle, meno stabili ma che consentono di prendere velocità sull’acqua.

In generale:

  • per l’utilizzo Allround servono dei SUP larghi e abbastanza lunghi

  • per le uscite di SUP surfing, invece, delle tavole più piccole e slanciate, con punta e coda curve

  • per l’acqua piatta (Cruising o Touring) esistono dei SUP specifici con la prua appuntita, perfetta per tagliare meglio l’acqua.


La tavola perfetta per te: come scegliere le misure

Per calcolare il volume della tavola adatto a te (che viene indicato in litri) devi moltiplicare x2,2 il tuo peso in chili se sei un principiante, x1,7 se hai già una buona esperienza con il SUP, e per x1,3 se sei un esperto.

Per quanto riguarda invece la lunghezza (che viene indicata in “piedi”), considera invece questi parametri:

  • Una tavola fino ai 10ft (3 metri) è più adatta ai bambini e a surfare.

  • Una tavola tra i 10ft e i 12ft (cioè fino ai 3,65m) è adatta all’utilizzo allround e al SUP Yoga.

  • Le “long boards” che superano i 12ft si adattano meglio al paddling veloce e a percorrere lunghe distanze.


Scegliere la tavola da SUP: rigida o gonfiabile?

Il SUP rigido va sicuramente più veloce e vanta diverse prestazioni, specialmente per chi vuole usarla con il remo. Sono tante però le persone che scelgono un SUP gonfiabile anche in questa modalità per affrontare onde e fiumi senza sentire la mancanza di quello rigido. Sicuramente se vuoi portare sempre con te il tuo SUP, ti consigliamo quello gonfiabile, perfetto da trasportare durante le escursioni anche comodamente ripiegato nel suo zaino. Anche in termini di prestazioni, ormai i SUP gonfiabili stanno dando parecchio filo da torcere ai SUP rigidi anche perché assorbono meglio gli urti e hanno prezzi adatti a tutte le tasche.

Scopri tutte le nostre tavole da SUP ed inizia subito a divertirti anche tu in acqua!